SISMA 2016 – Ordinanza 111 – Ricostruzione Privata Centro Italia

Ordinanza 111 del 23 Dicembre 2020 –  Ricostruzione privata in Centro Italia.

L’ordinanza:

  • introduce il concetto di “compendio immobiliare” un insieme di più edifici, non necessariamente interconnessi ma contigui dal punto di vista geografico e funzionale, all’interno di un tessuto urbanisticoedilizio compreso in un unico perimetro, quale una porzione di abitato costituita da uno o più isolati o un intero nucleo urbano, per i quali si renda necessario un intervento unitario, anche con eventuale modificazione del disegno dei lotti, degli isolati e della rete stradale.
  • con apposita ordinanza, verrà riorganizzata la ricostruzione degli edifici di interesse culturale
  • semplifica gli interventi unitari sugli aggregati, modificando l’Ordinanza 19
  • chiarisce ed integra l’Ordinanza 51 sulla sovrapposizione dei danni tra sisma 2009 e sisma 2016
  • viene stabilita una diversa e più equa modalità di riparto del contributo per i condomini, distinguendo meglio tra i costi afferenti le strutture e quelli relativi alle finiture e agli impianti
  • tutti i superbonus al 110% possono essere fruiti per l’importo eccedente il contributo per la ricostruzione, anche nel caso di edifici per i quali si sia resa obbligatoria la ricostruzione in altro sito. Per poter accedere al bonus, in aggiunta al contributo, è possibile redigere un progetto unitario e un unico computo metrico estimativo, e qualora il contributo fosse stato già concesso è sufficiente, se necessario, presentare una variante in corso d’opera
  • per garantire la messa in sicurezza e lo sviluppo ordinato della ricostruzione, è obbligatorio per i proprietari di mettere in sicurezza o demolire i ruderi e gli edifici collabenti che costituiscono pericolo per la pubblica incolumità, o che impediscano od ostacolino l’avvio dei lavori per la riparazione di immobili adiacenti o limitrofi. In caso di inerzia dei proprietari, i sindaci provvedono alla demolizione o alla messa in sicurezza avvalendosi delle risorse della contabilità speciale del Commissario, che provvederà a rivalersi sui privati
  • definisce il calendario per l’integrazione delle domande semplificate di contributo per i danni lievi presentate entro la scadenza del termine di legge del 30 novembre scorso
  • il termine per la presentazione delle richieste di contributo per i danni gravi viene prorogato al 31 dicembre 2021. Per avere un quadro attendibile e completo delle necessità, in termini di risorse finanziarie e di lavoro, i proprietari o i tecnici incaricati sono obbligati a presentare agli Uffici speciali, entro il 31 luglio 2021, una dichiarazione con la manifestazione di volontà a presentare la domanda di contributo per i danni gravi
  • vengono apportate delle modifiche all’Ordinanza 61 “Misure per la riparazione, il ripristino e la ricostruzione di immobili di proprietà privata di interesse culturale o destinati a uso pubblico
  • il termine per la presentazione della domanda di adesione al regime semplificato di cui all’ordinanza n. 100 è prorogato fino al 31 gennaio 2021

Nelle prossime settimane provvederemo ad aggiornare i testi coordinati delle Ordinanze 4, 13, 19, 51, 60, 61, 62, 100, 105 così come modificate dalla presente ordinanza. Troverete i testi sul sito www.rischiosismico.archliving.itInseriremo il link nella sezione news man mano che saranno pronti.

Con l’Ordinanza 112 e i relativi allegati A e B vengono rinnovate le convenzioni con Fintecna e Invitalia, che forniscono parte del personale addetto alla ricostruzione.

flickr yotube facebook

Seguici su:

Powered by flickr